Ismaele Bauccio

Corso di Pianoforte
Ismaele Bauccio
Ismaele Bauccio
Corso di Pianoforte

Ismaele Bauccio nasce nel 1996 a Caltagirone (Catania) dove, già dalle scuole elementari, inizia lo studio del pianoforte.

Nel 2014 si trasferisce a Genova, dove è ammesso al Corso Accademico di I livello del Conservatorio “Niccoló Paganini” nella classe della Maestra Anna Maria Bordin.

Nel 2017 consegue brillantemente il Diploma Accademico di Primo Livello (con votazione di 110/110), presentando una tesi dal titolo “Evoluzione della libertà creativa attraverso la forma della Fantasia”.

Nel luglio 2019 ottiene poi il Biennio di Pianoforte al Conservatorio “Niccoló Paganini” (con votazione di 110/110 e lode) con una tesi di analisi delle revisioni compiute sulla Sonata op. 36 di S. Rachmaninov. Nello stesso anno completa inoltre l’acquisizione dei 24 crediti formativi nelle materie didattiche per l’abilitazione al Concorso per l’insegnamento nelle Scuole Pubbliche.

Ha all’attivo diverse esecuzioni pubbliche: ha suonato nell’ambito della stagione concertistica per l’Associazione Culturale “Giuseppe Benassi” di Pavia (dal 2016 al 2019), nell’Auditorium di Palazzo Rosso nel concerto “Le sensibilità ritrovate”, in Via Garibaldi in occasione della rassegna en plein air “GenovaInBlu” durante il 57esimo Salone Nautico, nell’Auditorium della Scuola Musicale Conte di Pegli (2017) e nel concerto del luglio 2019 “Avigliana…insieme” per il Centro Culturale Vita e Pace.

In Conservatorio ha inoltre collaborato con numerose classi di strumento in qualità di pianista accompagnatore (flauto, violino, contrabbasso e fagotto e ensemble orchestrale), sperimentando parallelamente anche il repertorio cameristico; sempre durante il percorso di studi ha avuto modo di avvicinarsi  allo studio del clavicembalo e del fortepiano con la docente Barbara Petrucci.

Da sempre interessato alla vocalità, si è dedicato allo studio del canto come baritono nella classe della Maestra Gloria Scalchi; nel 2018 ha fatto parte del coro “Vox Antiqua” diretto dal maestro Marco Bettuzzi, con il quale ha potuto praticare la polifonia vocale cinquecentesca; in questa veste ha partecipato a diversi eventi, ad esempio al Festival “Settembre Musicale di Sassello” e con il coro “Monte Cauriol”. 

Negli ultimi tre anni, anche sulla scorta delle esperienze nel mondo della vocalità, ha lavorato come pianista accompagnatore dei cori “JAC”, “Selva Armonica” e “Coro degli Stonati”, suonando in occasione di concerti pubblici e privati, l’ultimo dei quali tenutosi nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale nel gennaio 2020.

Da oltre cinque anni si dedica con passione all’insegnamento della musica a bambini, ragazzi e adulti. Appassionato di musica di ogni genere, cerca di coinvolgere i suoi allievi fornendo loro non soltanto stimoli prettamente “classici e accademici”, ma spaziando anche nel campo della musica leggera.